INCONTRO CON SERGIO RAMAZZOTTI, sabato 14 marzo 2020, ore 10-18

<b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b> <b>fotografia di Sergio Ramazzotti</b>
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail

VERI FOTOGRAFI / VERI VIDEOMAKER
4 incontri con 4 grandi fotografi/videomaker per capire direttamente dalla loro voce, e soprattutto dalle loro foto/video, la loro esperienza quotidiana sul campo di veri fotografi/videomaker.

Sono incontri con grandi fotografi e video maker contemporanei, quelli che veramente, senza chiacchiere, macchina fotografica in mano e videocamera in spalla, producono tutti i giorni sul campo reportage foto/video per raccontare al mondo al loro visione del mondo.




Gilberto Maltinti/PARIOLI FOTOGRAFIA STUDIO ha l’onore e il piacere di invitare nella sua sede amici e colleghi per lectio magistralis, workshop e incontri culturali che si volgeranno tra novembre 2019 e giugno 2020.

Questo nuovo corso didattico è dedicato a fotoamatori, studenti delle scuole di fotografia, professionisti e semplici appassionati e curiosi che hanno voglia di capire veramente come si svolge la vita e il lavoro di un vero photoreporter e videomaker.

Il secondo incontro di questo nuovo corso didattico è con Sergio Ramazzotti, sabato 14 marzo 2020, dalle ore 10 alle ore 18. Massimo 20 iscritti, euro 100.

Sergio Ramazzotti è fotografo, reporter e scrittore. Ha vinto due volte il premio Enzo Baldoni per reportage da territori di guerra. Tra le sue pubblicazioni, i libri-reportage Vado verso il capo (1996), La birra di Shaoshan (2002) e Afrozapping (2006), tutti editi da Feltrinelli, e gli instant book Liberi di morire (Piemme, 2003) sulla guerra in Iraq e Ground Zero Ebola (Piemme, 2015) sull'epidemia di Ebola in Africa occidentale. Su questa pietra (Mondadori, 2019) sul suicidio assistito. È uno dei fondatori dell'agenzia fotogiornalistica internazionale Parallelozero.I suoi reportage dall’Afghanistan, Iraq e Africa, per le maggiori testate europee, sono un vero manuale di fotogiornalismo sul campo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Ramazzotti
https://parallelozero.com/
https://parallelozero.com/team/sergio-ramazzotti/
https://www.youtube.com/watch?v=kcx8HYAmRcI
https://www.youtube.com/watch?v=_SyZMF2A0B0
https://www.librimondadori.it/libri/su-questa-pietra-sergio-ramazzotti/


Cosa ci spiegherà Sergio Ramazzotti
C’è sempre un altro punto di vista. Una notizia non raccontata, un modo diverso di narrare una storia, un angolo nascosto da scoprire, magari a pochi passi da casa. Fotografare l’aspetto meno scontato di una realtà è un modo di fare reportage che oggi rappresenta una potente alternativa all’immagine di news e di stretta attualità.
Per realizzare reportage di questo genere occorre partire da una buona idea, passare per una solida conoscenza della tecnica fotografica, arrivare ad avere fra le mani un editing impeccabile delle immagini prodotte. Ma non basta.
Bisogna soprattutto sapersi muovere sul campo, tenere il giusto atteggiamento nei confronti delle persone, far sembrare la propria presenza del tutto naturale, avere pazienza e tenacia.
Sergio Ramazzotti, fotogiornalista pluripremiato con oltre 25 anni di esperienza in teatri di guerra e di crisi, autore di numerosi libri, collaboratore delle più importanti riviste italiane e internazionali, affronterà durante il workshop questi e altri aspetti. Come si individua uno spunto giornalistico efficace? Come si pianifica un servizio? E quando si può dire di aver realizzato un reportage?

Ore 9.45: saluti e presentazione bevendo un caffè.
Ore 10-13: prima parte dell’incontro e coffebreak intorno alle ore 11.30
Ore 13-14: 1 ora di pausa pranzo.
Ore 14-18: seconda parte dell’incontro coffebreak intorno alle ore 16.
Ore 18-18.15: conclusioni e saluti.
 
PROGRAMMA:
 
· Introduzione e presentazione.
· Come si individua una storia da raccontare, come la si calibra sulla base delle esigenze editoriali dei committenti, quali sono le fonti d’informazione migliori a cui attingere.
· Fase di preparazione e pre-produzione di un reportage: individuazione del fixer locale (fixer sì/fixer no), pratiche consolari e burocratiche, richiesta di permessi, scelta dell’attrezzatura da portare con sé.
· Preparazione di uno storyboard da seguire durante la realizzazione del reportage.
· Sul campo: regole teoriche, trucchi del mestiere e segreti per fotografare situazioni dinamiche tipiche del reportage. Guadagnarsi la fiducia delle persone. Accedere a luoghi off-limits. Come muoversi in sicurezza. Come limitare il bagaglio tecnico al minimo indispensabile.
· Scrittura e fotografia. La figura del fotoreporter e quella del giornalista-scrittore sono compatibili se riunite nella stessa persona? Come si racconta una storia a tutto tondo, per parole e immagini.
· Come si scatta per un giornale: adattare il proprio stile alle esigenze editoriali del singolo committente?
· Creare uno stile personale: a partire da cosa? Regole di ripresa e compositive: conoscerle per infrangerle.
· Uso razionale e intelligente della fotocamera. Perché la leggenda secondo cui un professionista scatta solo in manuale?
· Fino a che punto il diritto di cronaca consente al fotogiornalista di spingersi nel documentare la realtà. Diritto alla privacy, leggi e normative vigenti.
· Fotogiornalismo in teatri di guerra. Accorgimenti di sicurezza. Il fotogiornalista embedded: come si ottiene l’aggregazione a una forza armata. Norme di comportamento, dinamiche, preparazione necessaria. I pro e i contro di essere embedded. Questioni morali e deontologiche.
· Postproduzione: uso e sviluppo dei file RAW, software ottimali. La diatriba sul fotoritocco nella postproduzione: fino a che punto il fotogiornalista può permettersi di alterare un’immagine.
· Presentazione e promozione del proprio materiale. Come, a chi, quando. Standard da rispettare per la consegna del lavoro ai committenti. Sinossi e didascalie: perché sono così importanti.
· Prodotti multimediali: sono davvero la nuova frontiera dello storytelling per immagini?
· Come si evolve il mercato editoriale: perché siamo certi che il fotogiornalismo abbia un futuro brillante davanti a sé, e che ruolo ha l’immagine fotogiornalistica nell’era dei social network e del citizen journalism.

PARIOLI FOTOGRAFIA STUDIO, via Francesco Siacci, 2/c Roma
gilberto@pariolifotografia.it  068075666 3397781836
www.pariolifotografia.it


CHI SIAMO

PARTNERS
PARIOLI FOTOGRAFIA via francesco siacci, 2/c - ROMA
CELL. +39.339.7781836 - P.I. 10691630585

GALLERY

LOCATION