GIUGNO 2014 // ARTE NEI SASSI DI MATERA

<b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b> <b>MATERA</b>
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail

Non si è spenta ancora l’eco di tutte le attività culturali promosse dalla “città dei sassi” per la candidatura a Capitale Europea delle Cultura per il 2019, che già incalzano nelle atmosfere rupestri del sasso caveoso o sasso barisano grandi mostre di scultura organizzate dal circolo La Scaletta, galleria storica nata a Matera nel 1959, legata a una enclave di intellettuali che in cinquant’anni hanno creato un patrimonio di idee, di studi, di progetti, di amore per l’arte, nonché di realizzazione di mostre. L’ultima è “Scultura in Basilicata” nelle chiese della Madonna della Virtù e di San Nicola dei Greci che taglia il nastro in un percorso rupestre domenica 15 giugno (fino al 18 ottobre, info Circolo Culturale “La Scaletta” tel. 0835.336726 - info@lascaletta.net) dedicata ad un gruppo significativo di scultori lucani, scelti dalla curatrice Beatrice Buscaroli. Se la roccia, o meglio la calcarenite della Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci flirta con le opere di scultori contemporanei in un singolare mix che conferma la vitalità di questa terra, l’idea del “lusso grezzo” rende Matera nei primi weekend estivi veramente magnetica. Complici le giornate di sole è piacevole passeggiare per ammirare le opere d’arte di Francesco Marino di Teana, Nunzio Perrucci o Salvatore Sebaste per poi fermarsi per uno spuntino a L’Arturo, enoteca e salumeria chic con i tavoli all’aperto nella bella Piazza del Sedile 15, tel. 339.3907068. Chiuso domenica. Se il caldo non dà tregua appena più avanti c’è la Gelateria i Vizi degli Angeli (Via Ridola 36, tel. 0835.310637. Chiuso mercoledì) per una coppetta artigianale realizzata con ingredienti naturali e prodotti di territorio, mentre contenitore d’arte diventa in estate anche il bel Palazzo Viceconte, un antico palazzo perfettamente restaurato e trasformato in una dimora di lusso (Via S. Potito 7, tel. 0835.330699. Prezzo B&B da 149 euro) con sole 14 camere che al piano terra tra cortile e sala interna ospita fino a settembre una esposizione di quadri a pochi anni dalla scomparsa dell’artista e giornalista di origini lucane Domenico Petrocelli che ha immortalato nelle sue tele “una poetica geografia dell’anima” tra boschi e montagne, alberi dalla forza misteriosa, casali di campagna.
E se per un pranzo o una cena all’aperto ci si ferma all’Abbondanza Lucana per assaggiare la cucina del territorio in versione gourmet (Via Bruno Buozzi 11, tel. 0835.334574. Chiuso domenica sera; lunedì) di fronte da Morgan si va per provare la pizza di farina arsa cotta nel forno a legna, una vera bontà. Dormire al Sant'Angelo Resort, venti stanze design nel Sasso Caveoso (Piazza S. Pietro Caveoso snc, tel. 0835.314010. Prezzo B&B: da 226 euro) concede il privilegio di dormire nelle ex grotte dei sassi oggi trasformate in stanze super chic e confortevoli ma chi vuole scoprire la storia della città e fare trekking nella Murgia materana può prenotare una giornata con Michele Zasa (tel. 342.0395499) una guida che conosce alla perfezione il territorio. In piazza del Sedile 23, tel. 0835.191326 Elisa & Janna sono due giovani signore che realizzano collane e bracciali con sassi in argento o rame, veri bijoux scultura appesi a lacci colorati, perfetti da regalare e regalarsi. A pochi passi da loro ecco anche L’Arturo b&b, solo tre stanze all’insegna del riuso e del modernariato di Monica Fabiano, moglie dell’Arturo salumiere che ha ristrutturato con il marito una casa nei sassi con tanto di cortile e terrazza interna dove il risveglio è più piacevole complice la straordinaria cornice di sole e roccia, condita da caffè, pane, ricotta e marmellata (Via Tre Corone 10, tel. 328.7610247, prezzi B&B 80 euro. www.larturo.com). Qualche specialità da riportare a casa? Il pecorino e il formaggio di capra prodotti da Estremo e Nicola Labarile si comprano alla Masseria San Francesco appena fuori dal centro del paese (Contrada La Bruna, tel. 0835.339020 / 347.6506007) mentre il celebre pane di Matera, un prodotto Igp di Lucia Perrone che mantiene la freschezza anche per più giorni, si acquista in via Santo Stefano 37, tel. 0835.256822. Cotto nel forno a legna ha un profumo inconfondibile.
 
BOX
La Casa Cava
Ripercorrere la storia dei sassi e della Murgia materana, del loro insediamento urbano che risale alla preistoria, dell’abbandono dei sassi, nonché della loro rivalutazione è oggi possibile visitando la Casa Cava in via S. Pietro Barisano 47, info tel. 347.1202345 realizzata in collaborazione con il Fai. In un itinerario che comprende foto, filmati d’epoca e piacevoli suggestioni si scopre la storia della città che tra pietre e costruzioni singolari ha affascinato registi di tutto il mondo che proprio qui hanno filmato capolavori del cinema come Il Vangelo secondo Matteo di Pasolini o The Passion di Mel Gibson. Da notare e annotare nella Casa cava anche il concerto di venerdì 30 maggio alle 20 a cura del Laboratorio Collettivo Casa Cava (ingresso 5 euro).
 
BOX
Musma
 “Maria Lai, opere dal 1942 al 2011” è la mostra antologica a cura di Giuseppe Appella, visitabile fino al 26 giugno nell’ambito delliniziativa “L’arte ci prende per mano” dedicata all’artista sarda con sculture, disegni, collage, opera in terracotta che raccontano il mondo incantato dell’artista al Musma (Museo della Scultura Contemporanea Matera) in via San Giacomo al Sasso Caveoso. L’esposizione è affiancata nello spazio della Biblioteca Scheiwiller, da una raccolta di immagini e documenti del lungo viaggio dell’artista nella contemporaneità. 

articolo della giornalista loredana tartaglia // fotografie del fotografo gilberto maltinti


CHI SIAMO

PARTNERS
PARIOLI FOTOGRAFIA via francesco siacci, 2/c - ROMA
CELL. +39.339.7781836 - P.I. 10691630585

GALLERY

LOCATION