DICEMBRE 2013-GENNAIO 2014 // MATERA

<b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Vista su Matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Albergo diffuso Sant'angelo vista su sassi matera</b> <b>Elisa & Janna Matera</b> <b>Elisa & Janna Matera</b> <b>l'arturo Matera</b> <b>l'arturo Matera</b> <b>Mancini timbri del pane matera</b> <b>Mancini timbri del pane matera</b> <b>Negozio esplorazioni culinarie matera</b> <b>Negozio esplorazioni culinarie matera</b> <b>Albergo palazzo viceconte e museo fotografico Pino Settanni Matera</b> <b>Albergo palazzo viceconte e museo fotografico Pino Settanni Matera</b> <b>Albergo palazzo viceconte e museo fotografico Pino Settanni Matera</b> <b>Palazzo Gattini Matera</b> <b>Palazzo Gattini Matera</b> <b>Palazzo Gattini Matera</b> <b>Palazzo Gattini Matera</b> <b>Regia Corte Matera</b> <b>Regia Corte Matera</b> <b>Regia Corte Matera</b> <b>Caffè drogheria Bonacchi Matera</b> <b>Risto e cocktailbar birreria mo sto Matera</b> <b>Risto pizzeria morgan Matera</b> <b>Caffè Lanfranchi Matera</b> <b>Gelateria i vizi degli angeli matera</b> <b>Feelosophy Matera</b> <b>Feelosophy Matera</b>
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail

SASSI AND THE CITY

Rough Luxe. Half rough, half luxury” ovvero lusso grezzo. Moitié brut, moitié luxe, direbbero i francesi. A parlare così a proposito dei Sassi di Matera diventati Patrimonio Unesco nel 1993 è stata una giornalista americana che pochi anni fa sottolineava quanto la studiata semplicità mixata al paesaggio aspro e solare delle ex grotte già care ad artisti come Pasolini che qui girò Il Vangelo secondo Matteo, Mel Gibson che ambientò “Passion” o Cartier-Bresson che immortalò nei suoi clic le atmosfere rupestri, sia dotata di grande magnetismo. La bellezza originaria del luogo è indiscutibile tanto più che negli ultimi tempi Matera si sta ritoccando il look tra nuovi hotel design, trattorie gourmet, b&b chic, botteghe e indirizzi cozy, complice la candidatura a Capitale Europea della Cultura per il 2019. Arrivare qui al tramonto quando la luce più calda rischiara le abitazioni del Sasso Caveoso o del Sasso Barisano e il cielo si carica d’azzurro elettrico è un vero privilegio e sembra proprio di entrare in un presepe. Tantopiù a dicembre. “Il cuore del Natale è il presepe vivente” sottolinea Alberto Giordano, origini genovesi, già collaboratore di Renzo Piano, oggi assessore alla cultura di Matera. “Sono appena terminate le celebrazioni del ventennale dell’iscrizione a Patrimonio Unesco dal 21 al 23 novembre – aggiunge – e ora siamo pronti con il nuovo presepe che quest’anno comprende una zona molto più ampia delle scorse edizioni e si snoda tra Sasso Caveoso e Sasso Barisano con performances legate alla natività”. Certo in una città che di per sé sembra già un presepe è tutto più facile. Lucine ovunque e atmosfera natalizia a gogò sono da ammirare col naso all’insù. Compreso il grande albero di Natale “all’insegna del riuso e riciclo” tiene a specificare l’assessore Giordano “realizzato con vecchie bottiglie di plastica e materiale di recupero, illuminato con l’energia elettrica prodotta dalle dinamo di alcune biciclette posizionate in piazza Pascoli. Chi vuole sale e pedala per illuminare”. L’albero è nel salotto buono della città, in fondo a via Ridola di fronte al famoso Caffè Lanfranchi – bisogna entrare nel bar e ammirare il panorama dei Sassi dal micro terrazzino con due soli tavoli – e non è raro vedere giovani e meno giovani salire in sella alle biciclette per accendere le luci. Più vigorosamente si pedala, più vivace è la luce. Ma non è tutto. La “città dei sassi” in questo mese si anima con concerti e spettacoli, mercatini e appuntamenti con l’arte (cfr. box eventi) e per Capodanno arriva addirittura un concerto a mezzanotte alle spalle di piazza Vittorio Veneto uno dei fulcri della città insieme a piazza Sedile, quest’ultima ancora più intima e raccolta con botteghe, wine bar e indirizzi chic. Come L’Arturo, salumeria e wine bar dove comprare specialità lucane e dove fermarsi per un calice di Aglianico da accompagnare a un tagliere di ottimi formaggi e salumi locali seduti ai tavolini nella saletta accanto al bancone. I sassi invece si appendono al collo o si arrotolano ai polsi nella vicina bottega chic di Elisa & Janna, due giovani signore che realizzano collane e bracciali con sassi in argento o rame che diventano veri bijoux scultura appesi a lacci colorati e che sottraggono alla banalità anche un semplice abito nero femminile. A pochi passi da piazza Sedile si dorme in un delizioso b&b all’insegna del riuso e del modernariato. La proprietaria è Monica Fabiano, moglie dell’Arturo salumiere. Insieme hanno ristrutturato una casa nel cuore dei Sassi, sotto la cattedrale, proprio a metà strada tra Sasso Barisano e Sasso Caveso. Una parte è abitata da loro mentre nella piccola corte che sembra quella di un riad tra piante e tavolini in ferro colorato, tra scale e scalette si aprono le porte delle tre ampie stanze dove per chi viaggia con i figli c’è anche un divano letto in più. Accoglienza familiare, colazione abbondante con i prodotti della loro bottega e le finestre affacciate sui Sassi ne fanno certamente un indirizzo speciale. “Non è raro – dice Monica Fabiano – che si finisca a fare colazione a casa mia come si fosse tra amici e se c’è qualche bambino ospite basta poco per trovarlo a giocare o vedere i cartoni animati in tivù con i miei figli”. E se l’architettura ancestrale negli ultimi tempi è magnetica per giovani videomakers stranieri che hanno aderito all’iniziativa “Digital Diary Basilicata” girando corti come “Mini Matera”, uno tra i più cliccati su You Tube, la studiata semplicità in perfetta armonia con l'architettura quasi monastica ha attratto qui personaggi come l’italo svedese Daniele Kihlgren che ha aperto già qualche anno fa Sextantio Le Grotte della Civita, un albergo diffuso rural-chic e speciale. Solo 18 stanze con i letti avvolti nelle curve della pietra, la flebile fiammella delle candele al posto dell’energia elettrica e la biancheria che ricorda i tempi delle nonne, le pettole fritte – una sorta di frittella salata - servite a Natale e Capodanno come tradizione impone, sono la cifra di un’accoglienza particolare che affascina viaggiatori da tutto il mondo. Ma Matera non è solo grotte. Palazzo Gattini in pieno centro con venti stanze ricavate in un palazzo nobiliare del 1500 dove è stato ospitato poco meno di un anno fa addirittura il Dalai Lama – ha dormito nella stanza 104 – è una dimora elegante per chi ama le comodità, spa compresa ricavata in un’antica cisterna del palazzo con tanto di vasca idromassaggio e docce emozionali. La si può riservare in coppia e mentre fuori fa freddo ci si scalda al vapore dell’acqua calda della piccola piscina. Dell’albergo fa parte anche il nuovo Caffè Duomo nella piazza omonima, un piccolo salotto dove si tengono serate letterarie, incontri con i produttori di vino locale e sulle mensole sopra ai divanetti si può ammirare il Fondo Passarelli, una collezione di libri antichi di una nobile famiglia omonima che comprende anche un incunabolo del 1500.
C’è un po’ di sangue lucano pure nel nuovo sindaco di New York Bill De Blasio la cui nonna era di Grassano, paesino a 35 chilometri da Matera, dove un tempo si mangiavano prodotti poveri e contadini come fagioli, olive, pane, peperoni cruschi. Le stesse specialità oggi in primo piano nel menu de L’Abbondanza Lucana, risto gourmet ricavato in una vera grotta. Appena seduti arriva “l’antipasto dell’Abbondanza” con piatti della tradizione come salsiccia sbriciolata di maiale, peperoni cruschi di Senise, polenta con lardo, zucca gialla con funghi cardoncelli, tutto ovviamente accompagnato dal famoso pane di Matera riconoscibile dalla mollica gialla. Per scaldarsi c’è pure in menu una zuppa di fagioli con castagne e il proprietario Francesco Abbondanza – che prima aveva un risto di nome Le Lucanerie ma si è trasferito in questa nuova location da appena un anno – non esita a parlare con i clienti e a spiegare i prodotti della sua Lucania.
Dormire e mangiare in un indirizzo molto chic? Si va a colpo sicuro al S. Angelo Resort di Lucio Ruscigno - proprietario anche del b&b La Casa di Lucio - nel pieno del Sasso Caveoso con le stanze ricavate dalle antiche grotte dove un tempo c’era il tribunale dei Sassi. Ogni stanza è diversa dall’altra e il panorama che si gode dalle finestre è mozzafiato, soprattutto all’imbrunire quando di fronte compare un presepe naturale con mille lucine delle abitazioni che ha affascinato di recente anche John Malkovich e la famiglia di Clint Eastwood che hanno dormito qui. Pareti in pietra, letti a baldacchino, pavimenti e scale in resina e arredi design ne fanno un posto speciale. Arroccato sopra le stanze c’è anche Regia Corte, ristorante annesso all’albergo ma aperto anche a coloro che non dormono qui. È aperto solo cena con la cucina e la cultura del cibo con la C maiuscola tra piatti a base di verdure, legumi, pasta tirata a mano, polpette di pane, dolci natalizi tipici come strazzate, cartellate e friselle dolci. Per una pausa pranzo più smart ci si ferma con una zuppa al bancone o sugli sgabelli al nuovo Panecotto, mentre chi ha voglia di una pizza corra da Morgan, l’indirizzo di riferimento dei materani. Era un vecchio pub recentemente ristrutturato dallo stesso proprietario. Dalle 19 alle 21 è facile incontrare turisti, ma dalle 21.30 in poi arrivano le famiglie e i giovani del luogo che cenano più tardi e amano la pizza a lunga lievitazione con farine particolari come quella di grano arso, di kamut o di soia. Decisamente più digeribile. A pochi passi sempre su via Bruno Buozzi si incontra la bottega di Emanuele Mancini, un artigiano ebanista. Da lontano sembra un banale negozio di souvenirs ma bisogna entrare per scoprire i timbri del pane scolpiti a mano che un tempo le famiglie usavano per timbrare la pasta del pane prima di cuocerla nel forno comune della città. Bisogna concedersi una chiacchierata con lui perché è un artigiano d’altri tempi. Proprio come una bottega nel presepe.
Difficile poi rimanere indifferenti di fronte al paesaggio aspro nei dintorni dove si erge la Murgia con le chiese rupestri. Per visitarle in modo intelligente si può prenotare una visita con l’archeologo e guida turistica Michele Zasa che organizza passeggiate personalizzate (il costo è di 35-40 euro a persona) sia nei Sassi, sia di trekking nella Murgia o nella Matera sotterranea in luoghi d’eccezione come la Casa Cava dove sono stati rinvenuti reperti paleolitici e il Palombaro, la grande cisterna che anticamente serviva per la raccolta dell’acqua.
Dopo una promenade è d’obbligo un gelato a I Vizi degli Angeli in via Ridola dove si fa lo struscio nei giorni di festa. Non c’è bisogno del caldo estivo per mangiare un cono o una coppetta perché qui Leonardo De Angelis con la moglie Valeria Vizziello preparano appositamente per le feste natalizie un gelato a base di fichi secchi, mandorle, alloro, cannella, zenzero che è una vera bontà. Dopo cena la movida si svolge sulla stessa strada tra locali come Bonacchi o Mosto dove la gioventù bene va per bere una birra artigianale o un cocktail tra amici e chi ha fame ordina pure un tagliere di formaggi o salumi.
Di notte complici le luci soffuse, le pietre tirate a lucido, sembra di passeggiare in un presepe. Le piccole case, gli antri, le grotte, gli improvvisi campanili che fanno sembrare Matera simile a un castello di sabbia gocciolata dalle dita di un bambino sulla riva del mare, sono le stesse che già negli Anni Cinquanta Cartier-Bresson fissò con la sua Leica: parlano di un passato umile e fiero con tanto di tradizioni contadine. Come quella di dipingere i tessuti fatti a telaio con aceto e ferri arrugginiti per decorare la biancheria. Oggi lo fanno ancora da Feelosofy e da loro si comprano tovaglie, asciugamani o canovacci decorati con le stesse, antiche tecniche. Alla Masseria San Francesco invece Estremo e Nicola Labarile, padre e figlio contadini doc, producono pecorino e formaggio di capra, mentre se si vuole riportare a casa una carrellata di prodotti lucani basta andare al magazzino di Esplorazioni Culinarie fuori dal centro e acquistare a prezzi low cost.
E se vibrare a Matera è facile, ci si emoziona al Musma il Museo della Scultura Contemporanea realizzato in grotta: si sperimenta una perfetta simbiosi tra le sculture e i Sassi. Nei saloni di Palazzo Viceconte, dimora del 1500 con quattordici stanze affrescate, il lusso ha un volto nuovo: ci si incanta tra volte affrescate e pareti che sembrano una quadreria di un museo, nonché in un inaspettato piccolo museo della fotografia negli ipogei del palazzo dedicato a Pino Settanni, fotografo scomparso pochi anni fa, grande amico di Giovanni Viceconte il proprietario. L’accoglienza è di gran classe, ci si sente come a casa e prima di andare a letto bisogna salire sulla terrazza all’ultimo piano per ammirare il panorama. Sembra quello della Galilea di 2000 anni fa.

ARTICOLO DI LOREDANA TARTAGLIA // FOTOGRAFIE DEL FOTOGRAFO GILBERTO MALTINTI www.pariolifotografia.it
 
 BOX INDIRIZZI
 
DORMIRE
Palazzo Viceconte
Solo 14 camere affrescate in un palazzo del 1500.
Via S. Potito 7, tel. 0835.330699. Prezzo B&B da 149 euro. C/credito: MC, Visa, AE, Diners
www.palazzoviceconte.it
No animali, si parcheggio, si baby sitter su richiesta, no spa, no piscina
 
L'Arturo B&B
Tre stanze chic nel cuore dei Sassi
Via Tre Corone 10, tel. 328.7610247. Prezzo B&B 80 euro. C/credito: no. www.larturo.com
Si animali piccola taglia, si baby sitter su richiesta, si parcheggio convenzionato, no piscina, no spa.
 
Sextantio Le Grotte della Civita
Albergo diffuso rural-chic nelle grotte
Via Civita 28, tel. 0835.332744.
C/credito: MC, Visa, AE. Prezzi B&B da 200 euro.
Si animali, si baby sitter su richiesta, si parcheggio, no spa, no piscina.
 
Palazzo Gattini
20 ampie stanze in un palazzo nobiliare perfettamente restaurato.
Piazza Duomo 13/14, tel. 0835.334358. Prezzo B&B da 199 euro. C/credito: MC, Visa, AE, Diners. www.palazzogattini.it
Si animali, si parcheggio, si baby sitter su richiesta, si spa, no piscina.
 
Sant'Angelo Resort
20 stanze design nel Sasso Caveoso
Piazza S. Pietro Caveoso snc, tel. 0835.314010. Prezzo B&B: da 226 euro. C/credito: MC, Visa, AE, Diners. www.santangelosassi.it
No animali, no parcheggio, si baby sitter su richiesta, no piscina, no spa
 
La Casa di Lucio
8 stanze nei sassi ben arredate
Via S. Pietro Caveoso 66, tel. 0835.312798. Prezzi B&B da 174 euro. www.lacasadilucio.it
No animali, no parcheggio, si baby sitter su richiesta, no piscina, no spa
 
 
MANGIARE
L'Abbondanza Lucana
Cucina del territorio in versione gourmet
Via Bruno Buozzi 11, tel. 0835.334574. Orari: 12-16/20-24. Chiuso domenica sera; lunedì. Prezzi: 35/40 euro. C/credito: MC, AE, Visa. www.labbondanzalucana.it
 
Regia Corte
Ristorante chic con i piatti della brava Lucia Ruscigno
Piazza San Pietro Caveoso snc, tel. 0835.314010. Orari: 19.30-22. Chiuso: lunedì. Prezzi: da 65 euro. C/credito: MC, Visa.
 
L'Arturo
Taglieri di salumi e formaggi con vini al calice
Piazza del Sedile 15, tel. 339.3907068. Orari: 10-15.30/18.30-23.30. Chiuso domenica. C/credito: no. Prezzi: da 15 euro. www.larturo.com
 
Panecotto
Zuppe, bruschette e specialità da acquistare.
Via Bruno Buozzi 10, tel. 0835.331325. Orari: 11-16/18-23 (sabato e domenica 11-23). Chiuso lunedì. C/credito: MC, Visa. Prezzi: da 20 euro
 
Caffè Drogheria Bonacchi
Happy hour e cocktails dopo cena.
Via Ridola 23, tel. 333.2283260. Orari: 10-15/18.30-2. Chiuso lunedì. C/credito: no.  Prezzi: da 15 euro
 
Mosto
Birra artigianale condita da hamburger e bruschette
Via Ridola 18, tel. 0835.332733. Orari: 19-2. Chiuso martedì. C/credito: MC, Visa. Prezzi: da 15 euro.
 
Morgan

 
Caffè Duomo
Il rito dell'aperitivo o della colazione
Piazza Duomo 13/14, tel. 377.9969278. Orari: 8-20. Chiuso mai. C/credito: MC, Visa, AE.
 
Caffè Lanfranchi
Caffè e cornetto in un terrazzino con magnifica vista sui Sassi
Via Ridola 43, tel. 338.9104827. Orari: 8-20.30. Chiuso mercoledì. C/credito: no.
 
Gelateria i Vizi degli Angeli
Ottimo gelato artigianale
Via Ridola 36, tel. 0835.310637. Orari: 11-24. Chiuso mercoledì. C/credito: no.
www.ivizidegliangeli.it
 
COMPRARE
 
Feelosophy
Tessuti a telaio con decori di colori naturali
Via Ridola 38, tel. 339.5329718 ( da fine dicembre si trasferiscono in via delle Beccherie 67). Orari: dal lunedì al giovedì 9.30-13.30/15.30-20.30; venerdì sabato e domenica 9.30-21.30. Chiuso martedì. C/credito: no.
 
Esplorazioni culinarie
Specialità lucane da acquistare in un magazzino all'ingresso
Via Cosenza 27, tel. 329.4707090. Orari: su appuntamento. Chiuso mai. C/credito: no. www.esplorazioniculinarie.it
 
Mancini timbri del pane
Artigiano ed ebanista
Via Bruno Buozzi 87, tel. 328.3856753. Orari: 8.30-13.30/15.30-20.30. Chiuso mai. C/credito: MC, Visa
 
Elisa &Janna
Collane e bracciali con sassi in argento o rame e gioielli scultura
Piazza del Sedile 23, tel. 0835.191326. Orari: 10-13/17-20. Chiuso domenica. C/credito: MC , Visa. www.elisajanna.com
 
Masseria San Francesco
Pecorino e formaggio di capra prodotti da Estremo e Nicola Labarile
Contrada La Bruna - Matera, tel. 0835.339020 / 347.6506007. Orari: su appuntamento. C/credito: no
 
Guida:
Michele Zasa tel. 342.0395499
 
 

CHI SIAMO

PARTNERS
PARIOLI FOTOGRAFIA via francesco siacci, 2/c - ROMA
CELL. +39.339.7781836 - P.I. 10691630585

GALLERY

LOCATION