APRILE 2014 // FOOD ON THE ROAD

<b>Zoc</b> <b>Zoc</b> <b>Zoc</b> <b>Zoc</b> <b>Panificio Nazzareno </b> <b>Panificio Nazzareno </b> <b>Panificio Nazzareno </b> <b>Panificio Nazzareno </b>
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail

Prendimi e portami via: potrebbe essere l’imperativo al Panificio Nazzareno nel cuore di Ponte Milvio, aperto da pochi mesi, dove buona borghesia romana e abitanti del quartiere ordinano prelibatezze pronte da mangiare a casa senza inutili fatiche. Leonardo Sassi è il proprietario che da poco ha ristrutturato un forno e panificio di famiglia: qualcuno si ferma a mangiare un piatto di pasta o un trancio di pizza calda, a bere un caffè, a prendere un aperitivo, ma poi dalla cucina a vista tutta vetrate e ferro, gli chef ogni giorno su ordinazione, cucinano specialità della cucina romana leggermente rivisitate come ad esempio le fettuccine home made all’amatriciana in involtino di melanzana. Le porzioni sono confezionate in un apposito packaging di cartone plastificato all’interno che non lascia trasudare né sugo, né olio e dentro la scatola c’è anche un barattolino in vetro contenente il sugo, da aggiungere a casa prima di scaldare in forno, affinché il piatto non diventi troppo asciutto. E se si ha davanti una giornata terribile di lavoro ma non si vuole perdere l’occasione di trascorrere una serata con gli amici, basta una telefonata per vedersi recapitare direttamente a domicilio una cenetta per due, quattro o più persone a base di polpette al sugo di impronta romana, cicoria o broccoletti ripassati in padella, patate e broccoli, una semplice maxi insalatona mista, nonché un arrosto che profuma della cucina di casa. Tutto a prezzi accessibili, anzi con il delivery le porzioni costano un euro in meno rispetto al menu del ristorante.
 
Magiordomus di Angelo Belli invece esiste dal 1997 come servizio a domicilio di quotidiani, spesa biologica, piatti pronti, e addirittura biglietti per gli spettacoli dell'Auditorium “ma negli ultimi tempi ci siamo dovuti adattare ai ritmi sempre più veloci e quindi anziché sottoscrivere un abbonamento mensile ai servizi si può chiamare in giornata per un servizio same-day come diciamo noi” spiega Angelo Belli “attraverso il quale si ricevono o si portano via verdure di piccoli produttori laziali già mondate e pulite, pronte per essere cotte, oppure piatti già cucinati solo da
scaldare e portare in tavola”. “Questo servizio di delivery o consegna oltre che on line su www.magiordomus.itlo facciamo nel nostro ristorante Zoc – aggiunge Flaminia Belli la figlia di Angelo – dove i clienti possono vedere come e cosa prepariamo”. Per la sera stessa i piatti vanno ordinati entro le 10.30 del mattino e nel pomeriggio, in due fasce orarie tra le 17.30-19.30 oppure 19-21 viene recapitato tutto, magari dal garzone in bicicletta per chi abita nel centro storico. Ai padroni di casa è sufficiente allestire la tavola e scaldare alcuni piatti interessanti tra verdure biologiche laziali a chilometro zero cotte al vapore, carciofi alla romana, tempura di verdura, arrosto di manzo al forno cotto a bassa temperatura, fagioli, roveja, ceci o lenticchie, spezzatino di manzo e agnello. Insomma molti cult della cucina romana pronti da divorare senza trascorrere ore ai fornelli. Da Zoc poi ci sono on demand le specialità che “passano da piazza Vittorio, il mercato etnico della capitale” tengono a precisare Angelo con la figlia Flaminia Belli “ovvero tajine con legumi e farro, cous cous alle verdure o la guatita, una trippa di manzo cotta nel latte con finocchi, crema di arachide, curcuma e patate, non senza dimenticare alcuni evergreen nostrani come le zucchine romanesche alla scapece, la parmigiana di melanzane, le polpette di bollito con salse preparate in casa”. Il costo? Tra i 5 e i 6,50 euro per porzione. A pranzo quando consegnano negli uffici lo fanno con i tiffin, uno scaldavivande indiano monoporzione che mantiene caldi gli ingredienti “e tra i nostri clienti abituali c’è la redazione romana del New York Times che ha la sede vicino a noi”.
Da notare: tutta la loro materia prima arriva da piccoli produttori del territorio laziale, insomma il vero chilometro zero.
 
Packaging a basso impatto ambientale, alta qualità delle materie prime, cotture a bassa temperatura: è la cifra del moderno Food on the Road un locale di quartiere defilato oltre l’Eur con panini, vellutate, insalate e alimenti in versione green da mangiare sul posto o ordinare e portare via. A inventare questa formula Barbara Vizietti e Daniela Bellisario, la prima ex direttore commerciale di una multinazionale, l’altra imprenditrice nel mondo della comunicazione. Stanche del loro lavoro hanno intuito che “molti non ne possono più di nutrirsi alla mensa o nella rosticceria unta sotto l’ufficio e quindi abbiamo cominciato con la preparazione e consegna negli uffici di vellutate, zuppe, cous cous, panini o tortillas con formula healty”. Si ordina al telefono o sul sito e in un’ora e mezza loro arrivano ovunque. Durante la settimana hanno una clientela business ma nel week end qualcuno si rivolge a loro per avere piatti già cucinati per la cena, ovviamente da concordare insieme stile vecchia drogheria-cliente.
Con un ordine minimo di 16 euro consegnano ovunque un divertente packaging monoporzione a basso impatto ambientale - ovvero compostabile nell’organico, prodotto per loro dalla società Verdiamo - contenente secondo i gusti dalla fregola con ragu  di carni bianche tagliate a coltello, al maxi hamburger con 180 grammi di manzo con provola, lattuga, pomodoro, pancetta, maionese e ketchup home made, fino alle zuppe o alle “patate all’aria” ovvero fritte con una tecnica avanzatissima con una friggitrice ad aria. Molto amato dagli habitués pure il loro “panino alla carbonara” con tuorlo d’uovo cotto a bassa temperatura, pancetta croccante, scaglie di parmigiano e di pecorino biologico o la crema fredda di zucchine alla menta con cruton e scaglie di parmigiano stravecchio “e non è raro che il padrone di casa non usi le stoviglie, bensì mantenga le prelibatezze nelle nostre scatoline bianche e verde chiaro per una cena più disinvolta e decontracté, per vedere magari in tivù con gli amici il derby o la serie televisiva del momento” dice Barbara con un sorriso. Il loro pane arriva da un forno di Lariano e nei dolcetti niente grassi idrogenati, perché la salute vien mangiando ed è al primo posto. I prezzi sono contenuti: i panini e le tortillas ripiene come quella con pollo cotto a bassa temperatura aromatizzato al curry con mela verde, cipolla croccante e maionese allo yogurt fatta in casa recapitato dove si vuole costa 6,50 euro, una vellutata o una zuppa tra i 5 e i 6 euro, così come il cous cous con le polpette. Tutto senza perdere tempo ai fornelli e con un’attenzione speciale ai vegetariani e ai celiaci.  


Zoc 
Via delle Zoccolette 22, tel. 06.68192515. Orari: 8-24. Chiuso mai. Magiordomus tel. 06.39860. C/credito: MC Visa  
www.zoc22.it  wwww.magiordomus.it
 
Panificio Nazzareno 
Piazzale Ponte Milvio 35. Tel. 06.33220720. Orari: 8-24. Chiuso mai. C/credito: MC, Visa.
 
Food on the Road
Via del Serafico 161. Tel. 06.94537211. Orari: 9-21. Chiuso domenica.
www.foodontheroad.eu
 

CHI SIAMO

PARTNERS
PARIOLI FOTOGRAFIA via francesco siacci, 2/c - ROMA
CELL. +39.339.7781836 - P.I. 10691630585

GALLERY

LOCATION