ADESSO // CHE FICO IL FICO COL PROSCIUTTO

<b>prosciutto e fichi chef Alessandro Circiello</b> <b>prosciutto e fichi chef Alessandro Circiello</b> <b>prosciutto e fichi chef Alessandro Circiello</b> <b>prosciutto e fichi chef Alessandro Circiello</b> <b>prosciutto e fichi chef Alessandro Circiello</b>
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail
  • Slide thumbnail

Prosciutto e fichi: è l’abbinata vincente in questi giorni quando gli orti regalano fichi settembrini con la buccia leggermente screpolata e maturi al punto giusto. Dolci, zuccherini quanto basta, a Roma sono l’accoppiata di gusto insieme al prosciutto, e perché no accompagnati da un trancio di pizza bianca fumante.
Per cominciare si può andare al mercato di Ponte Milvio ai banchi di Sandro Nemore e Mauro Rampazzi per acquistare i fichi, oppure fare un salto da Alessandro e Riccardo Mengoni al mercato rionale in Piazza San Giovanni di Dio, al banco n. 22 nel cuore di Monteverde Nuovo dove in bella vista ci sono solo prodotti della loro terra. Ma i fichi settembrini si comprano anche al mercato coperto di via Sabotino a pochi passi da piazza Mazzini, mentre per scegliere un prosciutto speciale l’indirizzo è Dol che sta per Di Origine Laziale o Dolcemente Lazio, uno spazio che promuove i prodotti laziali e la filiera corta ubicato nella zona di Centocelle: da comprare quello di Bassiano un piccolo paese laziale a 600 metri d’altezza in provincia di Latina, con la fetta più compatta e saporita del classico San Daniele in vendita a 2,30 euro l’etto, oppure quello di Campocatino a 2,10 euro o il cinta senese a 4,50 euro. La Tradizione in via Cipro tra piazzale degli Eroi e il mercato Trionfale è il regno dei prosciutti tra Parma e Pata Negra. Qualche prezzo? Parma stagionato 36 mesi 3,90 euro l’etto, San Daniele 36 mesi 4,50 euro, Mora Romagnola 11,90 euro, ma per il Pata Negra i prezzi ovviamente salgono e si va da 8,50 ai 15,90 euro l’etto. Alla salumeria Roscioli in via dei Giubbonari si compra invece sia un’ottima pizza fragrante, sia un prosciutto friulano e per i fichi c’è il mercato di Campo de’ Fiori dove il famoso banco di Claudio tutti i giorni offre primizie e specialità, ma i prezzi non sono così economici. Sempre a Campo de’ Fiori però c’è la pizza bianca del Forno omonimo, calda e croccante a tutte le ore, da portare a casa e farcire con una fetta di prosciutto acquistato anche alla salumeria Paciotti di via Marcantonio Bragadin vicino piazzale degli Eroi, oppure da Limata in via Padova, una sorta di Peck romano frequentato dalla borghesia buona dei quartieri Trieste e Nomentano. Giornalisti, professionisti e signore eleganti per il prosciutto vanno anche da Ercoli o da De Carolis, due salumerie a pochi passi da piazza Mazzini dove fare scorta di ottimo prosciutto dolce o più saporito e per la pizza cotta nel forno a legna c’è Lo Zozzone, dietro piazza Navona. Più defilati dal centro Lara in via Boccea, salumeria e panetteria con ottimi prodotti, così come il Negozio Alta a Primavalle con pizza bianca sia bassa e croccante, sia alta e morbida, nonché prosciutto “Fiocco” di Casa Norcia ottenuto da cosce con una equilibrata quantità di grasso, perfetto da tagliare a mano. La sua carne leggermente salata si sposa perfettamente con quella assai dolce dei fichi settembrini maturi.

articolo della giornalista Loredana Trataglia, fotogtrafie del fotografo Gilberto Maltinti www.pariolifotografia.it


 
    Articolo

CHI SIAMO

PARTNERS
PARIOLI FOTOGRAFIA via francesco siacci, 2/c - ROMA
CELL. +39.339.7781836 - P.I. 10691630585

GALLERY

LOCATION