Viaggio Fotografico ZABARDAST AFGHANISTAN! – 1° Premio Travel FAPA, London Photo Awards

Viaggio Fotografico Zabardast Afghanistan

Scritto da Gilberto Maltinti

11 Aprile 2022

Fine Art Photography Awards + London Photography Award

Il FAPA è uno dei più grandi organismi di premiazione per una comunità di artisti che inaugura un’era di nuove tendenze nel mondo della fotografia.

Creato nel 2014, questo concorso è un crogiolo di persone in cui passione, interesse, senso della bellezza e apertura alla diversità nella fotografia si scontrano in proporzioni intergalattiche.

Il London Photography Awards é una piattaforma globale che “cattura, celebra e trattiene” i tanti fotografi di talento di tutti i livelli e generi con le loro immagini e il loro ingegno senza tempo.

Evocando emozioni da tutti i sensi, crediamo che una singola fotografia possa trascendere tutte le lingue e tutti i paesi, diventando veramente internazionale raccontando una storia a sé stante.

Certamente un onore aver vinto il primo premio, per il FAPA, nella categoria professionale Travel con il reportage “Zabardast Afghanistan!” e, con lo stesso reportage, il Platinum Winner Editorial Photography Travel per il London Photography Award.

Viaggio Fotografico a Zabardast – Afghanistan

Un viaggio senza dubbio emozionante attraverso la lunga striscia di pietra, rocce e sabbia, sospesa a 5000 di altezza, tra Tagikistan, Pakistan e Cina.

Il Corridoio del Whakan, per anni sconosciuto al resto del mondo, abitato da poche migliaia di pastori e nomadi, oggi è sul tavolo da gioco degli interessi tra Talebani e Cina.

Questo è costituito da due lunghe valli scavate dai ghiacciai, nascoste nei più profondi recessi delle grandi montagne dell’Asia centrale, attraversate da due grandi fiumi dominanti tutta la zona: il Pianji e il Pamir.

La M41, strada militare voluta dagli Zar e ampliata dall’URSS durante l’occupazione dell’Afghanistan, è una delle pochissime vie di accesso a questo angolo remoto e selvaggio, nel cuore dell’Asia.

Qui culture, riti e lingue diverse

Appartenenti a clan e tribù di pastori Whaki, nomadi Kuch, tribù di etnia tagika, kirghisa e pamira, in gran parte di ceppo ariano, nazariti di religione musulmana-sciita ismailita, convivono serenamente da migliaia di anni.

La tranquillità quotidiana di pastori, nomadi, mandrie al pascolo e piccoli villaggi è stata sconvolta ad agosto del 2021 dall’onda intransigente della Shari’a talebana e dai massicci investimenti cinesi.

 

 

 English Version

The FAPA is one of the largest awarding bodies for a community of artists that ushers in an era of new trends in the world of photography.

Created in 2014, this contest is a melting pot of people where passion, interest, a sense of beauty, and openness to diversity in photography collide in intergalactic proportions.

The London Photography Awards is a global platform that “captures, celebrates and holds” many talented photographers of all levels and genres with their timeless images and ingenuity.

By evoking emotions from all senses, we believe that a single photograph can transcend all languages ​​and all countries, becoming truly international by telling a story of its own.

It is an honor to have won the first prize, for the FAPA, in the professional Travel category with the reportage “Zabardast Afghanistan!” and, with the same reportage, the Platinum Winner Editorial Photography Travel for the London Photography Award.

Photographic trip to Zabardast – Afghanistan

It was a photographic trip through the long strip of stone, rocks, and sand, suspended at 5,000 meters high, between Tajikistan, Pakistan and China.

Whakan Corridor it been unknown to the rest of the world for years, inhabited by a few thousand shepherds and nomads, is now on the gaming table of interests between the Taliban and China.

This corridor consists of two long valleys carved by glaciers, hidden in the deepest recesses of the great mountains of Central Asia, crossed by two large rivers dominating the whole area: the Pianji and the Pamir.

The M41, a military road commissioned by the Tsars and extended by the USSR during the occupation of Afghanistan, is one of the very few access routes to this remote and wild corner in the heart of Asia.

Different cultures, rites, and languages.

Which belong to clans and tribes of Whaki shepherds, Kuch nomads, Tajik, Kyrgyz and Pamira tribes, mostly of Aryan stock, Nazarites of Muslim-Shiite Ismaili religion, have coexisted peacefully for thousands of years.

The daily tranquility of shepherds, nomads, grazing herds, and small villages was disrupted in August 2021 by the uncompromising wave of the Taliban Shari’a and massive Chinese investments.

Potrebbe interessarti anche…

Sebastião Salgado – Amazônia

Sebastião Salgado – Amazônia

È la mostra fotografica più importante d’Italia: oltre 200 immagini, un’immersione totale nella foresta amazzonica  per riflettere sulla necessità...

Pin It on Pinterest

Share This